Patric chiede scusa a Donati dopo il morso in Lecce-Lazio: “Mancanza di lucidità”. E il terzino risponde [FOTO]

Patric, difensore della Lazio, ha chiesto scusa sui social a Giulio Donati, terzino del Lecce, dopo il morso al braccio nella gara di Serie A

Patric si scusa con Donati. Il giorno dopo la gara tra Lecce e Lazio, che ha visto il difensore biancoceleste protagonista di un brutto gesto (il morso al braccio del collega), arriva il pentimento. Su Instagram, Patric scrive: “Giulio Donati ti chiedo scusa per il gesto che ho fatto: è’ stata mancanza di lucidità. Intanto ti faccio un grosso in bocca al lupo a te e alla tua squadra per il resto del campionato”.

Il povero Donati la scorsa settimana aveva ricevuto un calcione in faccia da Bonazzoli, attaccante della Sampdoria. In quel caso il gesto non era stato visto da Rocchi e non venne punito con il rosso. Lo stesso difensore del Lecce ha risposto alla storia di Patric, richiamando proprio quell’episodio: “Sono cose che in momenti di alta tensione possono capitare, quando uno capisce l’errore e chiede scusa la cosa resta in campo senza rancore. Anche io vivo di emozioni, capisco Patric perchè in una partita così combattuta ci può stare una cosa del genere. Patric si è scusato immediatamente, il suo era un gesto da punire con il rosso, ma non mi ha arrecato alcun danno. Quindi chiederei a chi deve giudicare di mettersi una mano sulla coscienza. Il giocatore laziale poi è stato corretto, a differenza di Bonazzoli, che una settimana fa che non si è nemmeno scusato e questo mi mette tristezza”.

La mano sulla coscienza il Giudice sportivo non se l’è messa. Per Patric, infatti, sono arrivate 4 giornate di squalifica. In basso il botta e risposta social.

scuse Patric a Donatirisposta Donati a Patric