Squalificati Serie A, le decisioni del giudice sportivo: in 12 saltano l’atto finale

Squalificati Serie A, le decisioni del giudice sportivo. Tutti i provvedimenti dopo l'ultima giornata del massimo campionato italiano

Squalificati Serie A – Sono arrivate le decisioni del giudice sportivo dopo l’ultima giornata del campionato di Serie A. Fermato per un turno il tecnico della Juventus Sarri. Il Giudice Sportivo dott. Gerardo Mastrandrea, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 30 luglio 2020, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:

a) CALCIATORI

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMENDA DI € 2.000,00

GHEZZAL Rachid (Fiorentina): per avere simulato di essere stato sottoposto ad intervento falloso in area di rigore avversaria; già diffidato (Quinta sanzione).

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

BERESZYNSKI Bartosz (Sampdoria): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Decima sanzione).

EVANGELISTA Lyanco (Torino): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

MANCINI Gianluca (Roma): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quattordicesima sanzione).

MEITE Soualiho (Torino): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

OBIANG AVOMO Pedro Mba (Sassuolo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Decima sanzione).

PAPETTI Andrea (Brescia): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

PAZ Nehuen Mario (Lecce): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

PJANIC Miralem (Juventus): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Decima sanzione).

REBIC Ante (Milan): per comportamento non regolamentare in campo; già diffidato (Quinta sanzione).

ROG Marko (Cagliari): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Decima sanzione).