Squalificati Serie A, il giudice sportivo: stangata per Juric, la multa è salata

Squalificati Serie A - Le decisioni del giudice sportivo dopo tutte le partite del massimo campionato italiano andate in scena ieri

Squalificati Serie A – Queste le decisioni del giudice sportivo dopo le sette gare della 33ª giornata del massimo campionato italiano andate in scena ieri. Diversi i calciatori fermati, ma la stangata è per Juric: multa salata per lui. Di seguito l’elenco completo.

CALCIATORI

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

BERARDI Domenico (Sassuolo): per comportamento scorretto nei confron-ti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

BERNARDESCHI Federico (Juventus): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

BOURABIA Mehdi (Sassuolo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

DARMIAN Matteo (Parma): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

DI LORENZO Giovanni (Napoli): per comportamento scorretto nei con-fronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

GRASSI Alberto (Parma): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

IONITA Artur (Cagliari): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

MAGNANELLI Francesco (Sassuolo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

OKAKA CHUKA Stefano (Udinese): per comportamento scorretto nei con-fronti di un avversario; già diffidato (Decima sanzione).

PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA

AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 1.500,00 (SESTA SANZIONE)

PINTO VELOSO Miguel Luis (Hellas Verona): sanzione aggravata perché capitano della squadra

ALLENATORI

ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA, AMMENDA DI € 15.000,00 ED AMMONIZIONE (SESTA SANZIONE)

JURIC Ivan (Hellas Verona): per avere, all’8° del primo tempo, all’atto del provvedimento di ammonizione, rivolto al Direttore di gara espressioni irriguardose nonché esclamato frasi offensive nei confronti della terna arbitrale.