Wigan in amministrazione controllata a causa del Coronavirus, 12 punti di penalizzazione per il club inglese

Grosse difficoltà economiche per il Wigan, club inglese militante in Championship. Dodici punti di penalizzazione dopo l'amministrazione controllata

Pesanti conseguenze economiche anche sul calcio dopo la pandemia di Covid-19. Il Wigan, club militante nella Championship inglese, ha annunciato di avere ricorso all’amministrazione controllata per scongiurare il fallimento. Una crisi che per i ‘The Lactics’ va avanti ormai da qualche anno e che si è aggravata in questi mesi. Oltre a queste misure, riporta ‘Il Sole 24 Ore’, il Wigan vedrà decurtarsi 12 punti dalla classifica, precipitando dal 14esimo all’ultimo posto e tornando a lottare per non retrocedere nelle ultime giornate di campionato. Di recente in Premier League e nel 2013 sorprendente vincitore della Fa Cup, il Wigan ha iniziato ad avere problemi con la cessione delle quote ad una società con sede a Hong Kong, la Next Leader Fund.

In precedenza, il club era in mano ad un’altra holding di Hong Kong, la International Entertainment Corporation, che ha ceduto le quote per gli insoddisfacenti risultati finanziari e per l’impatto della Brexit sul futuro economico del Regno Unito. Gerald Krasner, uno dei due commissari nominati per l’amministrazione controllata, ha dichiarato: “Ovviamente la sospensione della Championship per la pandiemia di Covid-19 ha avuto un impatto significativo sulle recenti fortune del club. Il Wigan è stato un punto di riferimento e di orgoglio per la città sin dal 1932 e chiunque sia interessato ad acquistare questa storica istituzione sportiva deve contattare gli amministratori. I nostri obiettivi immediati sono quelli di assicurarci che il club completi la sua stagione e trovi urgentemente soggetti interessati a salvare il lavoro delle persone che sono coinvolte nella società”.

Notizie del giorno – Il Coronavirus lo stronca a 29 anni, ex Serie A in gravi condizioni, dichiarazioni su Messi shock [FOTO]