Juventus, Paratici sulle scelte Sarri e Pirlo: “Avevamo già fatto le nostre valutazioni”

Il direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici, ha parlato della scelta del cambio in panchina tra Sarri e Pirlo: "Già fatte le nostre valutazioni"

“Il reportage delle ultime 24 ore è abbastanza evidente. Le nostre valutazioni le avevamo già fatte, non è una partita che decide il destino di un allenatore. Valutazioni frutto di una stagione, non di una partita”. Era evidente, lo abbiamo anche detto. La Juve aveva già deciso il futuro di Sarri a prescindere dalla serata di ieri e lo ha confermato a Sky anche il ds Paratici.

“Pirlo? Una decisione molto naturale, oserei dire juventina. È un ragazzo che è stato da noi, ha giocato con noi, è sempre stato in contatto. È stata una decisione naturale, pensiamo al fatto che possa essere un predestinato, lo era da giocatore e lo pensiamo con forza anche che lo sia da allenatore. Non c’è un episodio o un momento. Le stagioni sono lunghe, ci sono tante cose che scatenano riflessioni e pensieri. Questo è stato il frutto di una stagione lunghissima e siamo arrivati a questa considerazione a fine stagione. Non è l’Europa il termometro, sono considerazioni che nascono da tutta la stagione, tutto un insieme di cose che vanno al di là del mero risultato. La situazione di Allegri era diversa, veniva da cinque anni pieni di successi. Siamo in un territorio inesplorato, nessuno ha avuto un ciclo così lungo di vittorie e risultati, di cambiamenti. I cicli durano 3/4 anni, noi siamo al terzo ciclo, una cosa quasi inspiegabile”.

Juve, era già tutto deciso: i retroscena di una scelta pazza ma intrigante…

Juve, ora cambiano anche le strategie di mercato: i punti fermi da cui ripartire [FOTO]

Calciomercato Juventus, al via la rivoluzione: già decise 9 cessioni, addii eccellenti