Lione-Bayern Monaco 0-3, le pagelle di CalcioWeb: Gnabry kamikaze, ma la difesa francese non “Marcal”

Si è appena conclusa Lione-Bayern Monaco, seconda semifinale della Champions League 2019-2020. Le pagelle stilate dalla redazione di CalcioWeb

Lione-Bayern Monaco, le pagelle – E’ il Bayern Monaco la seconda finalista della Champions League 2019-2020. La squadra di Flick soffre nei primi 15′ contro il Lione, poi sblocca il risultato e vola all’ultimo atto contro il PSG. Doppietta per Gnabry e gol del solito Lewandowski a certificare il successo dei bavaresi.

Lione-Bayern Monaco, le pagelle di CalcioWeb

LIONE:
Lopes 6 – Il portiere del Lione vede i primi 15′ e pensa di vivere una serata tranquilla. Poi si vede arrivare tiri da tutte le parti: BERSAGLIATO.
Denayer 5 – Sarebbe il miglior difensore dei francesi, ma fa più attenzione all’acconciatura che agli avversari: BELLI CAPELLI.
Marcelo 5 – La nave imbarca acqua da tutte le parti e lui affonda: NAUFRAGO.
Marcal 4.5 – Il cognome sarebbe ben augurante per un difensore, ma lui non tiene fede alle origini: NON MARCA(L) (73′ Cherki 5)
Dubois 5.5 – In fase offensiva si da da fare, ma al momento topico non scatta la scintilla: RIMANE COL CERINO IN MANO (67′ Tete 5.5)
Caqueret 5 – Aveva impressionato contro Juve e Manchester City per personalità e qualità. Stasera sottotono: ABBASSA LA CRESTA.
Guimaraes 4.5 – Garcia lo mette in campo visto che si gioca in Portogallo (permetteteci la battuta), ma lui non ripaga la fiducia: HOME SWEET HELL (46′ Mendes 5)
Aouar 6.5 – Molte delle speranze del Lione erano affidate a lui. La qualità c’è, ma è l’unico ad accendersi: PIROMANE.
Cornet 5 – In principio era un’ala. Garcia ne ha fatto un esterno a tutta fascia. Oggi, visto il cognome, doveva essere un portafortuna (anche se il rosso ce lo avevano gli avversari), ma si vede poco e velocizza ancor meno. Eppur (ci dicono) si muove: GALILEO GALILEI.
Depay 5 – Anche l’olandese non sui soliti livelli. Sbaglia il gol del vantaggio in apertura, ritardando il tiro e ricordando una battuta di fantozziana memoria: UNA CAGATA PAZZESCA (58′ Dembélé 6)
Toko-Ekambi 5.5 – Non è quello che si può definire un fulmine di guerra. Poi davanti alla porta ci arriva due volte (in una colpisce il palo, nell’altra Neuer). Ma quel primo pallone avrebbe potuto cambiare il destino del match: MALEDETTI LEGNI (67′ Reine-Adelaide 5)

BAYERN MONACO:
Neuer 6 – In allenamento si mette spesso a fare il centrocampista. Il problema è che la voglia gli rimane anche quando la posta in palio è altissima e abbandona i pali per darsi all’avventura. Come disse Berlusconi: ALL’ATTACCO.
Kimmich 6.5 – Avvio di sofferenza (come tutta la squadra), poi cresce e fa il suo: IL SOLITO.
Boateng 7 – E’ lui l’ultimo baluardo. Quando il Bayern soffre ci mette sempre una pezza e il gambone: PIOVRA (46′ Sule 6.5)
Alaba 6 – Non è un centrale e si vede. Va in sofferenza contro Toko-Ekambi, ma si salva con la forza. Nel finale ci prova su punizione ma il tiro si infrange contro il muro: ALABARRIERA.
Davies 6.5 – Nasce ala, al Bayern è diventato terzino. Difende q.b. ma quando attacca fa paura: COME L’AGLIO PER I VAMPIRI.
Goretzka 7 – Rischia di segnare calciando come peggio non si potrebbe. In mezzo al campo, però, è sempre preciso e puntuale negli interventi e giganteggia: ARMADIO A TRE ANTE (82′ Pavard sv)
Thiago Alcantara 6 – Qualche imprecisione in fase d’appoggio, specie una che fa partire un contropiede che rischia di essere sanguinoso per i suoi: THIAGO INCANTATO (82′ Tolisso sv)
Gnabry 8.5 – Due gol e tanta qualità. Seconda rete di rapina, ma sulla prima semina il panico nella difesa avversaria: KAMIKAZE (75′ Coutinho 6.5)
Muller 7 – Sudore, corsa, sacrificio e impegno. Oggi si vede meno in zona assist e gol, ma è prezioso come l’acqua nel deserto: ETERNO.
Perisic 6 – Ha la palla del 3-0, ma spreca malamente. In bocca al portiere: RICETTA DELLA NONNA (63′ Coman 6.5)
Lewandowski 6.5 – Si danna l’anima alla ricerca del gol, ma sembra non esserci proprio verso. Ne sbaglia almeno un paio, si trova sulla traiettoria dei tiri dei compagni. Poi non si demoralizza e nel finale timbra: CI METTE LA TESTA.

Lione-Bayern, nessuna sorpresa: doppio Gnabry e Lewandowski regalano la finale ai bavaresi

Gol Gnabry, magia del tedesco in Lione-Bayern Monaco: poi il raddoppio e la doppietta personale [VIDEO]