Lipsia-PSG 0-3, le pagelle di CalcioWeb: Gulacsi sembra un insulto napoletano, Klostermann uno della Master di Pes

Lipsia-Paris Saint Germain, le pagelle di CalcioWeb - E' appena terminata la prima semifinale di Champions League tra tedeschi e francesi

Lipsia-Paris Saint Germain, le pagelle di CalcioWeb – Una sola squadra in campo, una partita a senso unico. Il PSG raggiunge la sua prima finale di Champions League della storia battendo agilmente un Lipsia irriconoscibile, ben lontano da quello che ha battuto l’Atletico Madrid ma ben lontano – in generale – da quello che siamo stati abituati a vedere. Troppo attendista e “impaurito”, e così i francesi si “mangiano” gli avversari e vincono 3-0. Segnano Marquinhos, Di Maria e Bernat. I ragazzi di Tuchel, in attesa della finale, sono comunque già nella storia. Di seguito le pagelle della nostra redazione, a spiccare è soprattutto lo splendido trio d’attacco francese.

Chapeau Psg, è dominio contro il Lipsia: 0-3 e partita mai in discussione, i francesi in finale di Champions

LIPSIA

Gulacsi 5 – A Napoli la prima parte del suo cognome è l’inizio di un insulto. Un po’ come quello che i tifosi del Lipsia gli avranno riservato. Regala praticamente il secondo gol, ma non è l’unica disattenzione.

Klostermann 4.5Il suo cognome assomiglia tanto ad uno di quei calciatori che utilizzavamo a Pes per il campionato Master. E la lentezza in campo, a dispetto dei velocissimi attaccanti francesi, è paragonabile proprio a quella dei giocatori virtuali. (82′ Orban sv)

Upamecano 5 – Anche lui soffre la velocità degli attaccanti.

Mukiele 5 – A velocità normale è alto il rischio di leggere ‘Makelele’. No, non è lui. Neanche per la prestazione. “Sviene” improvvisamente in zona pericolosa regalando il terzo gol al PSG.

Laimer 5.5 – Perde lo scontro con Bernat, che segna anche il terzo gol. (61′ Halstenberg 5.5 – Non fa meglio del compagno)

Sabitzer 5.5 – Tutto il centrocampo tedesco paga la velocità di quello avversario, in fase di palleggio ma anche di pressing. Lui non è esente da colpe.

Kampl 5 – Stesso discorso del compagno. (63′ Adams 5.5 – La famiglia di cui fa parte è molto famosa. Ah no, manca una “D”)

Angelino 5.5 – L’unico Angelino che mi viene in mente, così a freddo, è il “mitico” Alfano. Forse, stasera, anche lui avrebbe fatto meglio…

Nkunku 5 – Davanti non combina nulla, e infatti esce all’intervallo. (46′ Forsberg 5.5 – Cambia poco lì davanti.)

Dani Olmo 5 – Pagella identica a quella sopra. Lo ammetto, ho pensato al copia e incolla. (46′ Schick 5.5 – Neanche lui combina nulla)

Poulsen 5.5Il capitano ci mette impegno, ma questa sera sembra il suo omonimo biondo… e anche i tifosi della Juve hanno gli incubi…

PSG

Sergio Rico 6 – Rischia di addormentarsi. E le porte chiuse, in questo caso, non aiutano…

Kehrer 6.5 – A tutta birra sulla fascia. E infatti il suo cognome assomiglia proprio a una birra… Coincidenze?

Thiago Silva 7 – Deve fare veramente poco per stanare gli attacchi avversari.

Kimpembe 7 – Vale lo stesso discorso anche per lui.

Bernat 7 – La fascia è la sua, ma il gol è alla Pippo Inzaghi.

Paredes 7 – Quantità e qualità, grande prestazione. (82′ Draxler sv)

Marquinhos 7.5 – “Morde”, corre e segna. Il solito Marquinhos.

Herrera 6.5 – Anche lui fa bene le due fasi. (82′ Verratti sv)

Di Maria 8Apparecchia per Marquinhos, segna il 2-0, serve Bernat. Un artista. (85′ Sarabia sv)

Mbappé 7 – Quando parte in velocità, anche fotografi e cameraman fanno fatica a stargli dietro. Gli manca solo il gol. (85′ Choupo-Moting sv)

Neymar 7.5 – Quel trio davanti è uno spettacolo e lui si diverte alla sua maniera. Assist di tacco fantastico per il 2-0 di Di Maria.