Squalificati Serie B, le decisioni del giudice sportivo: tre giornate ad un dirigente per “uno schiaffo alla testa ad un calciatore”

Squalificati Serie B, le decisioni del giudice sportivo. Ecco i provvedimenti dopo l'ultima giornata del campionato cadetto

Squalificati Serie B – Il Giudice Sportivo avv. Emilio Battaglia, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Carlo Moretti, nel corso della riunione dell’1 agosto 2020, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:

a) CALCIATORI
CALCIATORI ESPULSI
SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
ANGELLA Gabriele (Perugia): condotta gravemente antisportiva per avere, al 41° del secondo tempo, durante un’azione, con il pallone non a distanza di giuoco, colpito con una calcio al fianco un calciatore della squadra avversaria.
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
MAISTRO Fabio (Salernitana): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
CALCIATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
DI TACCHIO Francesco (Salernitana): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Decima sanzione).

c) DIRIGENTI
ESPULSI
SQUALIFICA PER TRE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA ED AMMENDA DI € 2.000,00
AVALLONE Salvatore (Salernitana): per avere, al 48° del secondo tempo, rivolto una criticata irrispettosa all’operato del Direttore di gara; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale. Per avere inoltre, al termine della gara, negli spogliatoi, colpito con uno schiaffo alla testa un calciatore della squadra avversaria; infrazione rilevata dal collaboratore della Procura federale.
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMENDA DI € 2.000,00
TRINCHERA Stefano (Cosenza): per avere, al 22° del secondo tempo, criticato in modo irrispettoso l’operato arbitrale, reiterando tale comportamento mentre usciva dal recinto di giuoco a seguito del provvedimento di espulsione.
SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
BIANCHI Alberto (Salernitana): per avere, al termine del primo tempo, nella zona antistante gli spogliatoi, assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti di un calciatore della squadra avversaria.

FRARA Alessandro (Frosinone): per avere, al 30° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina aggiuntiva, contestato con veemenza una decisione arbitrale; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale.