Borsa: dopo Mts si punta al 100%, 11/9 deadline per manifestazioni interesse

Roma, 8 set. (Adnkronos) – Dopo le manifestazioni di interesse non vincolanti presentate il 21 agosto per l’Mts di Borsa Italiana, la piattaforma elettronica per la trattazione all’ingrosso di titoli obbligazionari europei, e in particolare di Titoli di Stato e di emittenti sovranazionali messa in vendita dal gruppo London Stock Exchange (Lse), entro l’11 settembre dovrebbero arrivare quelle per il 100% di Borsa Italiana.
In lizza, secondo quanto si apprende, ci sarebbero sempre le stesse società che hanno mostrato interesse per Mts: Deutsche Börse, la borsa svizzera Six e Euronext che dovrebbe presentare un’offerta congiuntamente con Cdp. La partita per rilevare Borsa Italiana, che viene valutata tra i 3 e i 4 miliardi di euro, è aperta. intanto da Euronext, come dagli altri contendenti, si privilegia il no comment sul dossier.
Dopo i rilievi mossi dall’Antitrust europeo nell’ambito dell’operazione di acquisizione del gruppo canadese Refinitiv, Lse quindi dovrebbe avviare anche la procedura di cessione dell’intera Borsa Italiana che controllava dal 2007. I tempi, comunque, si annunciano lunghi e prima di arrivare alla decisione definitiva di vendita ci vorranno settimane se non un paio di mesi.