Caso Navalny, Mosca respinge accuse: “Non ci sono basi per sanzioni”

Mosca, 3 set. (Adnkronos) – Il governo russo ha ribadito la sua estraneità all’avvelenamento del dissidente Alexei Navalny all’indomani delle . Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha sostenuto che non ci sono i motivi per discutere di eventuali sanzioni a Mosca, evidenziando come alcuni Paesi siano giunti a conclusioni in modo troppo affrettato.
I test effettuati in Russia non hanno evidenziato tracce di avvelenamento, ha sottolineato Peskov.
“I test multipli fatti prima che il paziente fosse mandato a Berlino non hanno evidenziato tracce di avvelenamento. Siamo assolutamente interessati a scoprire cosa è accaduto al paziente ricoverato a Berlino”, ha dichiarato ancora Peskov, aggiungendo che la Russia non ha ancora ricevuto dalla Germania le informazioni richieste.