Caso Suarez, la Procura blocca l’indagine. La reazione di Cantone: “Sono indignato”

La Procura blocca l'indagine aperta sul caso Suarez. Raffaele Cantone, procuratore capo di Perugia, si è detto profondamente indignato

CalcioWeb

L’indagine aperta nei giorni scorsi dalla Procura sull’esame-farsa sostenuto da Luis Suarez è stata bloccata per ripetute violazioni del segreto istruttorio. Lo scrive l’ANSA, che riporta anche di come il procuratore capo di Perugia, Raffaele Cantone, abbia deciso per l’apertura di un fascicolo per accertare eventuali responsabilità per la fuga di notizie degli ultimi giorni: Sono indignato per quanto successo finora, compreso l’assembramento dei mezzi di informazione oggi sotto alla Procura. Faremo in modo che tutto questo non accada più”, ha detto Cantone. Proprio oggi era una giornata chiave per l’inchiesta, con gli interrogatori, tra gli altri, dei legali della Juve, Luigi Chiappero e Maria Turco. Cantone vuole che si ripristini un livello minimo di riservatezza delle indagini anche per non compromettere tutto. Nelle prossime ore si capirà quali saranno i tempi di questa sospensione, voluta soprattutto per evitare fughe di notizie e calche di media.

Caso Suarez, spuntano le domande dell’esame-farsa: “Come ti chiami?”, “Un città italiana?”

Condividi