Juventus, McKennie si presenta: l’impatto con Pirlo, il ruolo, la trattativa e l’influenza di Totti

Le prime parole da calciatore della Juventus per il nuovo centrocampista bianconero Weston McKennie: ecco la sua presentazione ufficiale

Weston McKennie si presenta. E’ il primo calciatore americano a giocare per la Juventus. L’ex centrocampista dello Schalke ha parlato ai giornalisti nella sala stampa dell’Allianz Stadium.

“La trattativa? È avvenuto tutto all’improvviso. Quando l’ho scoperto sono stato subito entusiasta, vista la grande storia di questo club. Abbiamo chiuso la trattativa nel giro di due settimane. Sono stato introdotto al calcio da mio papà, che fa il militare. In Germania non c’era il football americano e ho iniziato con il calcio a sei anni. Quando a nove anni sono tornato negli Stati Uniti ho continuato con il soccer e a 11 anni ho detto a mia mamma che avrei optato per il calcio. E oggi eccomi qui”.

“Il mio ruolo? Dove mi trovo più a mio agio e dove sono più efficace è ‘da area ad area’, riuscire a recuperare la palla, girarmi e portare pericoli alla difesa avversaria. A Pirlo piace il mio stile di gioco, il mio recupero palla e i passaggi. Ci siamo subito trovati sulla stessa lunghezza d’onda”.

“Idolo italiano? Da sempre mi ha influenzato Francesco Totti, aveva una grande classe. Essere il primo americano alla Juve mi rende particolarmente orgoglioso, avere l’opportunità di rappresentare qua il mio Paese e dimostrare ai giovani americani che è possibile farcela mi rende fiero”.