Scuola: Gelmini, ‘chiamata veloce’ fallimento, da governo solo approssimazione

Roma, 5 set. (Adnkronos) – ‘La procedura per ‘chiamata veloce’ prevista per i docenti dal decreto scuola e tanto sostenuta dal ministro Azzolina è stata un fallimento. Si aspettavano circa 6mila candidature, che si sarebbero trasformate in altrettanti contratti stabili, ne sono state inoltrare appena 2.500 (almeno il triplo sono rimaste nel sistema e non inviate)”. Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.
“Al momento – prosegue – a pochi giorni dall’avvio dell’anno scolastico, risultano scoperte almeno 60mila cattedre. Saranno impiegati nei nostri istituti circa 130mila supplenti. Servivano programmazione, strategia, visione e scelte precise. Il governo ha nascosto i problemi, non ha preso decisioni e adesso studenti, famiglie e docenti pagheranno il prezzo di questa incredibile approssimazione”.