Slim Fusina Rolling: in concordato preventivo, piano in fase di elaborazione

Roma, 8 set. (Adnkronos) – Il Cda di Slim Fusina Rolling, che si è riunito oggi, ha deliberato di richiedere l’ammissione della società alla procedura di concordato preventivo ‘con riserva’ ai sensi dell’art. 161, sesto comma del R.D. 267/1942. Il deposito del relativo ricorso è stato effettuato nella giornata di ieri presso il Tribunale di Venezia. In esito all’istruttoria realizzata con l’ausilio dei propri advisor legali e finanziari, gli organi deliberanti di Slim Fusina Rolling hanno ritenuto che, nell’attuale frangente di tensione finanziaria di cassa, “l’accesso al concordato è l’unica opzione disponibile per mettere in sicurezza il patrimonio della società e tutelare, in tal modo, tutti i portatori di interessi”.
Il piano concordatario, volto a conseguire il risanamento dell’esposizione debitoria delle Società e il riequilibrio della propria situazione finanziaria attraverso il presumibile ricorso al concordato con continuità aziendale ex art. 186-bis L.F., si sottolinea, “è in fase di elaborazione e necessita di ulteriore tempo per essere finalizzato e formalizzato”.
Il deposito del ricorso avviene a valle di una riunione di grande importanza, che si è svolta il 3 settembre con le rappresentanze sindacali, l’azionista, la Regione Veneto e il Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), in cui la società ha illustrato il piano di ristrutturazione volto a salvaguardare la continuità aziendale. In quella sede, il Mise ha evidenziato l’importanza strategica della società sia sul mercato dell’alluminio sia a livello territoriale, confermando la propria disponibilità a fornire supporto per il reperimento delle risorse finanziarie necessarie ad assicurare la continuità aziendale, riservandosi di valutare in quale forma (finanziamenti, garanzie o ammortizzatori sociali, siano essi resi disponibili nel contesto dell’emergenza Covid-19 o meno) e in quale misura fornire detto supporto. Slim Fusina Rolling provvederà a comunicare prontamente agli interessati ogni aggiornamento rilevante in merito a tale procedura.