“Traducetemi la notizia, ho capito bene?”: Friedkin si infuria e pensa alla rivoluzione, si spinge per il grande ritorno

Friedkin abbastanza infastidito dalla vicenda Diawara, sta già pensando di "accelerare" verso la rivoluzione: sempre caldo un nome importante

“Traducetemi la notizia: ho capito bene?”. Si apre così l’articolo del Corriere dello Sport, che fa emergere tutto lo stupore del nuovo proprietario della Roma Dan Friedkin. Stupore che, pian piano, si trasforma in rabbia. La prima dal vivo da proprietari, per lui e il figlio Ryan, ha portato al pari di Verona, a cui è seguita la vicenda Dzeko e il caso Diawara. Quest’ultima grana, ovviamente, non può che accelerare le “pratiche” della rivoluzione in dirigenza. Il segretario Longo ha rassegnato le dimissioni, il team manager Gombar è a rischio – come si legge sul quotidiano romano – mentre spiegazioni sono state chieste al dg Zubiria. Per non dimenticare Morgan De Sanctis, che ha querelato Er Faina dopo che questi ha accusato l’ex portiere di essere il colpevole della vicenda Diawara.

Tale rivoluzione spinge sempre più con insistenza ad un possibile ritorno di Francesco Totti, nome nuovamente uscito fuori sin dall’arrivo del nuovo proprietario. Vicepresidente o direttore dell’area tecnica, l’ex capitano giallorosso deve comunque ancora incontrare i Friedkin, ma si parla di contatti frequenti con Fienga.