Coronavirus: Ats Milano vede Sala, ‘tracciamento non contiene più contagi’

Milano, 22 ott. (Adnkronos) – Nella città metropolitana di Milano “il livello dell’epidemia è tale che il sistema di tracciamento e le politiche di tamponamento, pur importanti per poter prendere in carico i pazienti che potranno avere bisogno di cure, non sono più strumenti in grado di contenere la diffusione dei contagi, legati alla ripresa delle attività sociali”. E’ quanto è emerso dall’incontro che si è svolto oggi tra il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il capo di gabinetto del Comune, Mario Vanni e i direttori generale e sanitario di Ats Città Metropolitana di Milano Walter Bergamaschi e Vittorio Demicheli, per esaminare l’evoluzione della situazione epidemiologica in città. Alla luce della situazione, secondo Ats, “è necessario concentrare gli sforzi per misurare tempestivamente l’effetto delle manovre restrittive sulla circolazione della popolazione e indirizzare le risorse di prevenzione verso l’obiettivo prioritario di difendere i soggetti più fragili presenti nella nostra popolazione. Si tratta di obiettivi per i quali è stata auspicata da Ats Città Metropolitana di Milano una collaborazione con il Comune di Milano”.