Coronavirus: Comitato parenti vittime, ‘chiudere Milano, Monza e Varese’

Milano, 22 ott. (Adnkronos) – Il Comitato ‘Noi Denunceremo’ esprime “incredulità ed indignazione se non rabbia” nei confronti della Regione Lombardia e chiede di “chiudere temporaneamente ma in modo completo le province di Milano, Monza Brianza e Varese al fine di salvaguardare tutti i cittadini lombardi e non solo”.
La Regione, spiega una nota, “non può essere rappresentata da politici ed amministratori che hanno paura di prendere decisioni impopolari ma logiche a tutela della vita dei propri cittadini”. Secondo il comitato, “si sta commettendo il medesimo devastante errore commesso a febbraio: ospedalizzare il virus e non circoscrivere le zone ad alto tasso di infezione. Nembro ed Alzano sono rimasti aperti e tutto il paese ne ha risentito”. Ora, “rileviamo tre nuclei territoriali, Milano Monza-Brianza e Varese come veri e propri nuovi pericolosissimi focolai”.
Le misure prese finora sono “pressoché inutili e discutibili, come il divieto di somministrazione di alcolici a decorrere dalle ore 18 per evitare aperitivi che, ovviamente, potranno continuare con la somministrazione ai tavoli”.