Coronavirus: Conte resiste, ‘no lockdown imminente’, ma Macron e Merkel aprono strada (2)

(Adnkronos) – Ma al netto della scuola -destinata a diventare motivo di sicuro conflitto tra alleati in caso si arrivasse a un nuovo lockdown- il governo sembra per ora su una linea attendista, deciso a valutare gli effetti del Dpcm e lasciare che siano sindaci e governatori a spingere per nuove strette, anche alla luce di quanto accaduto sabato scorso, con il documento presentato dalle Regioni che, di fatto, sconfessava le misure in procinto di essere adottate chiedendone una sostanziale revisione.
La speranza, per quanto flebile, è che ora decidano i territori, soprattutto quelli più in affanno, in primis la Lombardia che oggi ha registrato 7mila contagi in appena 24 ore. Solo così, con strette nette e mirate ove indispensabili, si potrebbe riportare la curva epidemiologica sotto i livelli di guardia e tornare magari a respirare per il Natale. Ma la situazione è fluida, il virus non ferma la sua corsa e continua a terremotare la maggioranza. Mentre anche sull’Italia si agita il fantasma di un nuovo lockdown.