Coronavirus: Gori, ‘incertezza non aiuta, governo aiuti ristoratori e commercianti’

Milano, 21 ott. (Adnkronos) – “La provincia di Bergamo è quella che in Lombardia si trova in una situazione migliore, cioè con il numero dei contagi e dei ricoveri più basso, e in questo incide il fatto che già il 30% ha contratto il virus e che i bergamaschi avendo visto in faccia che brutta bestia è il Covid sono oggi forse più prudenti di altri cittadini in altre zone del Paese”. Così Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, interviene come ospite della trasmissione ‘Non stop news’ su Rtl 102.5.
“Inoltre, io ho anticipato la scelta di anticipare alcune misure, come il coprifuoco, perché si deve provare ad anticipare la corsa dell’epidemia invece di inseguirla con affanno come è successo qualche mese fa”, aggiunge.
Dal punto di vista economico, la provincia di Bergamo “ha una forte tenuta delle imprese, sia le più grandi che le più piccole. Stiamo aiutando le piccole imprese e gli artigiani, certo il clima di incertezza in cui ci colloca questa seconda ondata non aiuta i consumi e il commercio e ci sono delle categorie – penso ai ristoratori, ai baristi, a chi ha un negozi in un centro commerciale – che vanno aiutate: lo deve fare il governo, ma secondo me anche a livello locale noi dobbiamo essergli vicini”, conclude Gori.