Franco Tomasi confermato presidente Manageritalia Trentino Alto Adige

Trento, 19 ott. (Adnkronos/Labitalia) – Si è tenuto a Trento il primo consiglio direttivo, eletto lunedì 5 ottobre nell’assemblea elettiva di Manageritalia Trentino Alto Adige. Il primo adempimento è stato la rielezione a presidente di Tomasi e la scelta di due nuovi vicepresidenti Franco Pauletto e Robert von Dellemann. Franco Tomasi è oggi amministratore delegato a Dexit srl, Franco Pauletto è cfo Pompadour Tè e Robert von Dellemann è dirigente di Wurth.
“I manager – ha dichiarato dopo l’elezione Franco Tomasi – hanno oggi più che mai un ruolo determinante per individuare la meta, tracciare la rotta e motivare e coinvolgere tutti a mettere in campo il loro valore per contribuire a ricostruire e cambiare tanti aspetti della nostra vita economica. Primo fra tutti il lavoro, che dobbiamo rendere sempre più dignitoso e di valore per tutti, dando non solo occupazione, ma dandola di qualità”.
Poi “la sostenibilità in tutti i suoi aspetti sociali, e qui rientra il lavoro, ma anche economici in senso più generale e ambientali. Un impegno che non può fermarsi solo nelle aziende, ma deve allargarsi all’economia e alla società. Noi, come loro organizzazione di rappresentanza, dobbiamo supportarli nelle sempre più pressanti sfide professionali e portare il loro contributo a livello collettivo alla politica, alle istituzioni, alla business community e alla società”.
Dopo l’elezione da parte del consiglio direttivo, il neopresidente Tomasi ha sottoscritto, come preannunciato e condiviso in assemblea, il Manifesto della Comunicazione non Ostile ideato dall’Associazione Parole O_Stili, una dichiarazione di intenti che contiene dieci princìpi volti a migliorare lo stile e il comportamento di chi opera in rete. Un impegno di responsabilità civica condivisa che la comunità manageriale intende promuovere, coinvolgendo tutti gli attori e i cittadini della regione e con il contributo importante di Fondazione Prioritalia e Asvis (Alleanza per lo sviluppo sostenibile).
Un impegno che segue quello assunto a livello nazionale con la firma del Manifesto da parte della presidente di Prioritalia (La Fondazione dei manager italiani per portare il loro contributo all’innovazione sociale) Marcella Mallen, il 2 ottobre, in occasione dell’evento sul Goal 16 durante il Festival dello sviluppo sostenibile di Asvis.
I dirigenti privati sono oggi in Trentino Alto Adige 1.435 (ultimo dato disponibile Inps al 2018) e negli ultimi 10 anni hanno subito in regione un calo del 2,4%, ma sono in ripresa con una crescita dell1% nel 2018 rispetto all’anno precedente. Nonostante la crisi, i dirigenti del terziario, quelli che fanno capo a Manageritalia, sono in forte aumento nell’ultimo decennio (+8%) e nel 2018 (+2,3%), in linea con la tendenza a livello nazionale.