Furia Inter, è giallo Hakimi: si valuta causa alla Uefa, il calciatore ancora negativo

Vero e proprio giallo in casa Inter. Hakimi è passato da positivo a negativo in due giorni, il calciatore non è sceso in campo contro lo Shakhtar

L’Inter deve fare i conti con un vero e proprio giallo: quello di Hakimi. Il club nerazzurro è furioso con la Uefa, giovedì era stata accertata la positività dell’ex Borussia Dortmund ma il risultato è stato smentito dal tampone svolto ieri dal club nerazzurro. Oggi un nuovo test che decreterà la stato di salute del calciatore marocchino ed in caso di esito negativo Hakimi potrebbe mettersi a disposizione di Conte per la trasferta di Genova contro il Genoa.

Per l’Inter è stata un’ingiustizia quella di non poter schierare il calciatore per la partita di Champions League contro lo Shakhtar, primo match della fase a gironi della competizione che si è concluso sul risultato di 2-2. Il club starebbe pensando di tutelare i propri interessi e potrebbe procedere con una causa. Nella giornata di mercoledì l’Uefa aveva comunicato l’esito dei tamponi, tutti negativi. Hakimi si è allenato con la squadra, poi nel pomeriggio la doccia fredda: la positività. L’Inter ha intenzione di vederci chiaro, i dubbi riguardano un possibile difetto comunicativo, il cambio di valutazione sul tampone è arrivato a distanza di ore, Hakimi è stato a contatto con la squadra con il rischio di altra trasmissione dell’infezione.

ULTIM’ORA — L’ultimo tampone ha avuto esito negativo, Hakimi verso la panchina contro il Genoa.