M5S: Casaleggio, ‘se diventasse partito resterei nel Movimento’

Roma, 23 ott. (Adnkronos) – “Sento voci e vedo anche dichiarazioni pubbliche di alcuni che vorrebbero spostare il flusso del potere e centralizzarlo. Vorrebbero decidere a Roma che cosa deve accadere nelle periferie. Ma questo sistema e’ tipico dei partiti”. Lo dice Davide Casaleggio a Bruno Vespa per il libro ‘Perche’ l’Italia amo’ Mussolini (e come ha resistito alla dittatura del virus)’, in uscita il 29 ottobre da Mondadori – Railibri.
“Vede, io presto da quindici anni gratuitamente la mia opera insieme a migliaia di volontari che hanno consentito di coinvolgere gli iscritti nelle scelte del Movimento. La tendenza a centralizzare mi preoccupa perche’ vedo la volonta’ di trasformare il Movimento in partito”. Se avvenisse questa trasformazione? “Non entrerei in nuovi contesti partitici – replica -. Rimarrei nel movimento”.