Ecco chi è Matteo Lovato, il baby talento dell’Hellas Verona che ha fermato la Juventus

Ecco chi è Matteo Lovato, il calciatore dell'Hellas Verona che ha fermato la Juventus. La storia del baby talento classe 2000

L’ultima giornata del campionato di Serie A ha fatto emergere le qualità di Matteo Lovato. Il Verona ha realizzato una vera e propria impresa, l’11 di Juric ha giocato una grande partita e fermato sul pareggio una squadra nettamente più forte dal punto di vista tecnico. Gli attaccanti della Juventus (calciatori del calibro di Dybala, Morata, Kulusevski, Bernardeschi, Cuadrado) sono stati fermati dall’abilità dei difensori dell’Hellas Verona, in particolar modo del classe 2000. Il centrale Matteo Lovato ha lottato come un leone su ogni pallone e ha messo in mostra le qualità confermandosi un calciatore completo. E’ stato già ribattezzato il nuovo Kumbulla, il paragone è importante ma sicuramente non azzardato.

Chi è Matteo Lovato

E’ nato a Monselice il 14 febbraio del 2000. L’impatto è stato subito importante con il trasferimento immediato nel settore giovanile del Genoa, poi il trasferimento al Padova nel 2018. Successivamente l’esordio con i professionisti, si mette in mostra e dopo esperienze positive viene chiamato dall’Hellas Verona, l’acquisto è stato relativamente basso, appena 500mila euro. Il suo debutto è arrivato dopo il lockdown nella sfida contro l’Atalanta. Juric ha deciso di puntarci e l’ha schierato titolare nella partita contro la Juventus. La prestazione è stata di altissimo livello riuscendo a limitare i fortissimi attaccanti bianconeri. E’ il calciatore che percepisce lo stipendio più basso: 80mila euro. Il Verona sta pensando di blindarlo, non è infatti da escludere l’assalto dei più importanti club italiani.