Milano: arrestato per tentato omicidio rapinatore seriale di escort

Milano, 28 ott. (Adnkronos) – La polizia di Milano ha arrestato nei giorni scorsi un rapinatore seriale di prostitute, che ad agosto avrebbe tentato di uccidere una trentenne russa dopo averla portata in albergo. Si tratta di un pregiudicato ventisettenne pakistano che vive a Roma, dove era fuggito subito dopo l’aggressione, avvenuta nel pomeriggio del 20 agosto, in zona porta Venezia. L’uomo aveva conosciuto la donna poco prima su un sito di incontri: una volta arrivati nell’appartamento, il pakistano le aveva spruzzato addosso dello spray urticante, facendola precipitare dal balcone del primo piano. Nella caduta, la donna si era rotta bacino e alcune costole.
L’attività investigativa della squadra mobile di Milano, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica Francesco Cajani, ha consentito di individuare e ripercorrere il tragitto di fuga dell’uomo fino a Roma Termini. Le successive indagini, svolte con la collaborazione del personale della squadra mobile di Roma e del commissariato di Torpignattara, hanno consentito di identificare l’aggressore.
L’arrestato ha a suo carico alcuni precedenti per rapine ai danni di prostitute dell’est Europa commesse a Roma dal 2016, in due circostanze è stato arrestato e in un’occasione, dopo essere fuggito dai domiciliari e aver trovato riparo in Francia, è stato fermato a Parigi, in esecuzione di un mandato di arresto europeo, ed estradato in Italia. L’uomo, così come in passato, anche in questa circostanza, per tentare di evitare di essere individuato, ha utilizzato schede telefoniche intestate a cittadini extracomunitari inesistenti, avendo cura di cambiarle con cadenza quasi settimanale.