Nuovo DPCM, il ministro Spadafora fa chiarezza sulle misure relative al calcio

Il ministro dello sport Spadafora ha commentato il nuovo DPCM. Tutti gli aggiornamenti sul mondo dello sport e del calcio

Nella giornata di ieri è stato annunciato un nuovo DPCM con le limitazioni dopo l’aumento dei casi da Coronavirus in Italia. Sono stati presi dei provvedimenti anche per il calcio, il ministro dello Sport Spadafora ha fatto il punto.

“Proseguono partite e gare sportive dilettantistiche a livello regionale e nazionale, mentre per il livello provinciale, società e associazioni sportive ed enti di promozione proseguiranno gli allenamenti degli sport di squadra ma solo in forma individuale, come le squadre di Serie A all’inizio della fase due. Per fare un esempio: la squadra di una scuola calcio di giovanissimi o pulcini potrà continuare ad allenarsi, ma senza giocare partite. Dopo un lungo confronto in Consiglio dei Ministri, con il CTS e le Regioni, è prevalsa una scelta di buon senso”.

Spadafora poi ha proseguito: “Nelle prossime ore, insieme ai rappresentanti del settore, studieremo ulteriori misure di sicurezza per una maggiore tranquillità di tutti e scongiurare possibili chiusure. Vi rivolgo però un appello accorato: fate attenzione e rispettate al massimo le regole, in palestra come in qualsiasi altro luogo. È un momento davvero critico, non abbiamo ancora vinto la nostra guerra contro il coronavirus. Ho combattuto per arrivare a questa scelta ma dobbiamo essere tutti consapevoli del momento difficile per il Paese, che ci deve obbligare ad un rispetto rigoroso dei protocolli. Abbiamo chiesto già tanti sacrifici al mondo dello sport, tra i settori più colpiti dall’epidemia, e soprattutto abbiamo chiesto ai gestori investimenti cospicui per il rispetto doveroso di rigide misure. Non mettete mai in dubbio che io stia facendo l’impossibile, giorno e notte, per lo Sport!”.