Prandini (Coldiretti): “Sviluppo biogas e biometano fondamentale per modello circolare”

Roma, 29 ott. (Adnkronos) – “Le energie rinnovabili fanno sempre più parte del reddito economico dell’agricoltura e diventa fondamentale in termini di sviluppo allargare non solo alla zootecnia l’utilizzo di biogas, biometano e anche di biometano liquido. Noi non siamo a un punto di arrivo ma a un punto di partenza per ciò che può essere sfidante in termini imprenditoriali e dobbiamo uscire da una logica di guadare al giorno dopo ma dobbiamo avere investimenti in una logia di medio e lungo periodo”. A dirlo è stato ilpresidente di Coldiretti Ettore Prandini all’evento in streaming del Cib per la presentazione ‘Farming for Future. 10 azioni per coltivare il futuro”.
“è necessario quindi ha sottolineato il numero uno di Coldiretti – passare da un sistema che produce rifiuti e inquinamento verso un nuovo modello economico circolare in cui si produce valorizzando anche gli scarti. Lo sviluppo di biogas e biometano va in questa direzione ed è fondamentale anche per i trasporti e la viabilità”.
“Occorre, in tale ottica, – ha aggiunto – convertire gli impianti e incentivare nuove forme di contribuzioni energetiche (come nel caso della Germania) in nome della distintività e della sostenibilità. Importantissimo anche l’utilizzo del digestato come fertilizzante che risulta essere performante in linea con le disposizioni europee del Green Deal2.
“Coldiretti è impegnata per l’Agricoltura 4.0 intesa come progetto strategico di lungo periodo. – ha ricordato Prandini – Di qui l’accordo con Telecom sulla digitalizzazione agricola con l’obiettivo di incrementare la produttività accompagnata dalla riduzione dei costi a favore della sostenibilità ambientale. “Ma Coldiretti sta puntando molto anche sul sistema della tracciabilità (Blockchain) per garantire capacità produttiva e sostenibilità delle imprese e per dare risposte concrete ai bisogni del territorio” ha concluso Prandini.