Previdenza, Enpacl:”Nostro vero patrimonio sono gli iscritti”

Roma, 23 ott. (Adnkronos/Labitalia) – “Bisogna studiare come funziona il sistema contributivo e nel 2012 abbiamo messo in piedi una riforma che ci permette di sostenere il sistema per centinaia di anni. Il nostro vero patrimonio sono gli iscritti perché ci garantiscono il gettito contributivo”. A dirlo Alessandro Visparelli, presidente Enpacl, Ente nazionale di previdenza e assistenza per i consulenti del lavoro, in occasione del webinar ‘Sostenibilità e adeguatezza: eterne rivali o indissolubili alleate?’, organizzato nell’ambito del Festival del lavoro 2020.
“L’utilizzo del patrimonio – ha spiegato – non è quello che deve garantire la copertura del debito previdenziale, ma deve essere investito per vederne l’utilità e per aiutare lo sviluppo dell’economia. Il nostro patrimonio è uno strumento per poter favorire l’economia in cui i nostri colleghi fatturano”.
“Non è semplice – ha aggiunto Tiziana Stallone, presidente Enpab (Ente nazionale previdenziale dei biologi) e vice presidente Adepp – implementare il welfare attivo. In questo momento vanno sostenuti i redditi cercando di vedere in quale momento della vita professionale si ha bisogno. Si pensi al periodo di startup professionale o alle donne ad esempio. C’è, inoltre, tanto da fare anche in merito ai fondi che stiamo aspettando con il recovery fund e che ci auguriamo vengano gestiti in modo oculato”.