Coronavirus: risoluzione centrodestra, sì a terapia con plasma e a idrossiclorochina

Roma, 2 nov. (Adnkronos) – “Porre rimedio alle problematiche di carattere amministrativo che stanno ostacolando la disponibilità dei trattamenti che sono stati sperimentati con successo nel corso della prima ondata dell’epidemia, agevolando la diffusione della terapia a base di plasma iperimmune e promuovendo, presso l’Aifa, un riesame della decisione presa con riguardo al principio attivo idrossiclorochina, alla luce delle più recenti evidenze scientifiche”. Lo chiede il centrodestra nella risoluzione presentata alla Camera dopo le comunicazioni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.
Al governo viene inoltre chiesto di “ampliare ulteriormente le procedure per il reclutamento, in deroga alla normativa vigente e ai vincoli di spesa, di medici, infermieri e altri professionisti sanitari e operatori sociosanitari, al fine di dare supporto alle strutture ospedaliere e alle residenze sanitarie assistenziali ove si registrano situazioni di carenza”.
Per il centrodestra occorre inoltre “garantire la reperibilità e l’esecuzione dei tamponi antigenici rapidi presso le farmacie private convenzionate presenti capillarmente su tutto il territorio nazionale, anche da parte dei farmacisti stessi, definendo a tal fine un apposito protocollo di concerto con le parti coinvolte”. Necessario infine “implementare un database pubblicamente accessibile con tutti i dati necessari per affrontare efficacemente l’epidemia”.