Coronavirus, Sapio converte 34 posti lungodegenza in letti Covid a Roma

Roma, 4 nov. (Adnkronos Salute) – Trentaquattro posti letti di lungodegenza riconvertiti e dedicati, a Roma, a pazienti Covid. Il Gruppo Sapio, azienda leader nella produzione di gas tecnici industriali, medicali e nell’homecare, interviene sul territorio del Lazio attraverso una delle sue società controllate, Medica Group, mettendo a disposizione gran parte della struttura del quartiere Casilino. Il reparto – fa sapere il gruppo – è stato messo in sicurezza e completamente isolato rispetto al resto delle attività svolte nella struttura.
La trasformazione, che risponde a una richiesta di supporto della Regione Lazio, è già operativa e in questi giorni la struttura ha cominciato ad accogliere più della metà dei pazienti previsti. Al momento la disponibilità è di 34 posti, che vanno ad alleggerire la pressione sulle strutture pubbliche della capitale. Sempre a Roma il Gruppo Sapio ha anche potenziato l’infrastruttura del Policlinico Militare Celio, dove è nato l’Hub Covid-Hospital, mentre durante la prima ondata di coronavirus, a marzo, su richiesta della Regione Lombardia ha realizzato in sole 2 settimane gli impianti di distribuzione e fornito i gas medicali per i 150 posti di terapia intensiva dell’ospedale costruito nei padiglioni all’ex Fiera di Milano. In quel caso i costi sono stati coperti da Sapio in partnership con la compagnia assicuratrice Allianz sotto forma di donazione. Proprio in questi giorni, inoltre, verranno avviati i lavori per l’ampliamento di ulteriori 65 posti letto.
“Credo che tutte le forze del Paese debbano unirsi ancora maggiormente per uscire da seconda ondata di emergenza – afferma Maurizio Colombo, vice presidente del Gruppo Sapio – Le aziende sono una parte essenziale del tessuto economico e sociale ed è giusto che siano al fianco delle istituzioni, come in questo caso stiamo facendo con orgoglio con la Regione Lazio”.