Dl sicurezza: Fornaro, ‘si torna a normalità ma Ue deve fare di più’

Roma, 30 nov. (Adnkronos) – “Questo decreto riporta le cose alla normalità, alla normalità di un Paese civile che rispetta le convenzioni internazionali. I decreti precedenti, invece, avevano messo l’Italia -lo dicono i rapporti dell’Onu, lo dicono i rapporti delle organizzazioni collegate all’Onu- avevano portato l’Italia, nel migliore dei casi, ad essere un Paese border rispetto alla civiltà e, in molti altri, alla realtà di oltrepassarla”. Lo ha affermato Federico Fornaro, capogruppo di Leu alla Camera, nella dichiarazione di voto sulla fiducia posta dal governo sul decreto legge sicurezza.
“Ovviamente -ha aggiunto- l’Italia non può essere lasciata sola di fronte a una questione epocale. Da questo punto di vista, ci sono stati alcuni segnali da parte dell’Unione europea e della Commissione di cambiamento di rotta, ma noi li riteniamo ancora insufficienti. Da questo punto di vista, sul tema della redistribuzione dei migranti, sul tema del contrasto nei confronti delle organizzazioni criminali, si può e si deve fare di più, in una logica solidale e in una logica che vede il confine italiano non soltanto come un confine nazionale, ma con il confine dell’intera Europa”.