EA Sports FIFA risponde a Ibrahimovic: “abbiamo i diritti contrattuali”

Un altro botta e risposta tra EA Sports FIFA e Zlatan Ibrahimovic, è arrivato un comunicato dopo le accuse del calciatore svedese

Continua la querelle tra Zlatan Ibrahimovic e EA Sports FIFA, l’accusa dello svedese è quella di aver utilizzato il volto del calciatore per fini commerciali senza l’autorizzazione del diretto interessato. Dopo i comunicati prima dello svedese e poi dell’agente Raiola, è stato il turno di EA Sports, che ha diramato un comunicato: “in merito alle recenti discussioni sulle licenze dei giocatori in EA SPORTS FIFA, ciò che sta avvenendo sui social media è un tentativo di coinvolgere FIFA 21 in una disputa tra una serie di terze parti che ha poco a che fare con EA SPORTS. Per essere estremamente chiari, abbiamo i diritti contrattuali di includere le sembianze di tutti i giocatori attualmente presenti nel nostro gioco. Come già affermato, acquisiamo queste licenze direttamente da campionati, squadre e singoli giocatori. Inoltre, lavoriamo con FIFPro per assicurarci di poter includere quanti più giocatori possibili per creare il gioco di calcio più autentico. Nei casi sollevati, i nostri diritti sulle sembianze dei giocatori sono concessi attraverso il nostro accordo con l’AC Milan e la nostra partnership esclusiva di lunga data con la Premier League, che include tutti i giocatori del Tottenham Hotspur”.