G8: avvocato no global Vecchi, ‘decisione Francia equilibrata, respinto 80% mandato’

Roma, 4 nov. (Adnkronos) – “Siamo soddisfatti per la decisione della Corte di Appello. Ci sembra una decisione equilibrata e motivata. Prende in considerazione gli argomenti della difesa e viene respinto l’80% del contenuto del mandato di arresto europeo”. Ad affermarlo all’Adnkronos è Maxime Tessier, l’avvocato di Vincenzo Vecchi al termine dell’udienza. La questione che era posta ai giudici era in particolare la questione della corrispondenza del reato di devastazione e saccheggio nel diritto francese e il Tribunale si è schierato su questo punto con la difesa.
“La Corte di Appello – spiega l’avvocato di Vecchi – ha annullato la totalità del mandato di arresto europeo che riguarda questa questione. Invece ha riconosciuto i reati legati alll’aggressione a un fotografo e alla detenzione di oggetti pericolosi. Per questi reati Vecchi, che ha già scontato un periodo in detenzione, dovrà scontare una pena di 1 anno, 2 mesi e 23 giorni”.
La Corte di Appello, riferisce l’avvocato, “ha chiesto un parere all’Italia sulla possibilità di scontare quella pena di 1 anno e 2 mesi circa. Ora ci sarà una nuova udienza per capire le sorti di Vecchi. Non potrà essere consegnato all’Italia per scontare gli altri circa 10 anni legati al reato di devastazione e saccheggio ma eventualmente per scontare quella pena residuale”.