Incidenti: Istat, stabili in Lombardia nel 2019 ma meno vittime

Milano, 2 nov. (Adnkronos) – Nel 2019 si sono verificati in Lombardia 32.560 incidenti stradali che hanno causato la morte di 438 persone e il ferimento di altre 44.400. Rispetto al 2018, gli incidenti restano invariati e diminuiscono le vittime della strada (-9,3%) e i feriti (- 0,5%), sostanzialmente in linea con la tendenza nazionale che presenta diminuzioni seppur modeste per tutti i suddetti aggregati. E’ quanto rileva l’Istat nel suo focus sugli incidenti in Lombardia. Il maggior numero dei sinistri, il 77,4% del totale, si è verificato sulle strade urbane, provocando 188 morti (42,9% del totale) e 32.782 feriti (73,8%). Nel periodo primaverile ed estivo la concentrazione degli incidenti è elevata, in coincidenza con la maggiore mobilità legata a periodi di vacanza
Nel periodo 2001-2010 le vittime della strada si sono ridotte del 47,3%, più della media nazionale (-42%); fra il 2010 e il 2019 si registrano variazioni, rispettivamente di -22,5% e -22,9%. Nello stesso lasso di tempo (2010-2019) l’indice di mortalità sul territorio regionale è diminuito da 1,4 a 1,3 deceduti ogni 100 incidenti mentre quello medio nazionale si riduce da 1,9 a 1,8 (Tavola in allegato).
Nel 2019, l’incidenza degli utenti vulnerabili per età (bambini, giovani e anziani), periti in incidente stradale, in Lombardia è superiore alla media nazionale (45,9% contro 45,2%). Sempre nel 2019, il costo dell’incidentalità con danni alle persone è stimato in quasi 17 miliardi di euro per l’intero territorio nazionale (279,5 euro pro capite) e in quasi 3 miliardi di euro (286,7 euro pro capite) per la Lombardia; la regione incide per il 17,1% sul totale nazionale.