Massimo Moratti sull’Inter: “il tempo di Eriksen è finito, consiglio Kantè e Koulibaly”

L'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti torna a parlare del club nerazzurro. Interessanti indicazioni anche sui singoli calciatori

Massimo Moratti continua a seguire l’Inter con passione, è infatti un grandissimo tifoso nerazzurro. L’ex presidente si è raccontato a 360°. “Mancini è bravo, lo è stato molto anche all’Inter. E’ un lavoratore, ha talento e come tale lo vuole anche dai suoi giocatore. Vuole sorprendere anche come allenatore” ha spiegato a ‘La Politica nel Pallone’ su Gr Parlamento. “Voglio bene a Roberto, ha tante qualità e le sta esprimendo in maniera migliore anche in Nazionale dove ha tanti giovani interessanti. E’ una bellissima cosa”. 

“Conte? E’ una stagione strana, anche nel calcio. Lui ha un carattere forte, è molto attento. Eriksen? Capita di inserire giocatori che sono certamente dei talenti a che per qualsiasi ragione, caratteriali o per il tempo, non riescono ad avere successo. E’ quello che sta accadendo ad Eriksen, il calcio è paziente ma fino a un certo punto. Penso che se dovesse continuare così l’Inter potrebbe scambiarlo. Kanté sarebbe un giocatore molto utile per la squadra, avrei preso anche Koulibaly che è il miglior difensore in Europa”.

“Ibrahimovic lo considero fantastico, mi era anche simpatico quando era con noi. E’ un giocatore eccezionale, fuori dagli schemi e ha una forza fisica notevole. Il Milan deve sperare che duri tanto per avere più ambizioni. Lautaro? Ha la classe necessaria per crescere, Lukaku fa tanti gol e avrebbe fatto comodo anche alla mia Inter. Barella anche è bravissimo, come anche Sensi che purtroppo si fa male spesso”, ha concluso Moratti.