Open: legale Serra e Algebris, bene Cassazione, sequestri illegittimi

Milano, 3 nov. (Adnkronos) – La motivazione della sentenza sul ricorso presentato dall’avvocato di Davide Serra nell’ambito dell’inchiesta sulla Fondazione Open “ci soddisfa pienamente, perché vede riconosciuta la fondatezza delle ragioni che hanno fin da subito animato e sorretto la ferma opposizione ad una iniziativa investigativa che abbiamo fin da subito percepito come contraria ai principi di diritto”. Lo afferma il difensore di Davide Serra e di Algebris Investments, avvocato Alessandro Pistochini.
La Corte di Cassazione, continua, “sancisce l’illegittimità del decreto di sequestro avendo compreso come esso fosse, impropriamente, sorretto da ‘primari fini esplorativi’ e ‘volto ad acquisire la notizia di reato in ordine ad un illecito non individuato nella sua specificità fattuale’. Su questa dirimente affermazione, i giudici non mancano di ulteriormente rimarcare come, nonostante l’indiscussa estraneità di Davide Serra ed Algebris ai reati ipotizzati, il decreto di sequestro nulla dicesse in ordine alle ragioni, ritenute poi dalla Cassazione insussistenti, per le quali sarebbe stato legittimo acquisire mail e supporti informatici per approfondire sul piano investigativo un fatto di reato in alcun modo riconducibile a Davide Serra”.