Cina, tetto salariale agli stipendi: Pellé e Eder tornano in Italia, le squadre pronte all’assalto

Novità importanti provenienti dalla Cina, imposto un tetto salariale. Pellé e Eder sono pronti a tornare nel campionato di Serie A

E’ arrivata una svolta epocale nel mondo del calcio cinese e che di conseguenza dovrebbe portare ripercussioni anche per alcuni calciatori, su tutti Pellé ed Eder, due vecchie conoscenze in Serie A. Ma andiamo con ordine. Il Governo della Repubblica Popolare Cinese ha dato il mandato di far scendere a 3 milioni lordi il tetto degli stipendi. Secondo le nuove norme fiscali, dunque, si può arrivare ad offrire al massimo uno stipendio da 1 milione 750 mila euro a stagione. Alcuni calciatori hanno firmato contratti ben più importanti, anche 10 volte in più rispetto a questo limite imposto, in tanti hanno già iniziato a fare la valigia. Il caso più eclatante è quello di Pellè che guadagna 15 milioni di euro, a seguire Eder.

Pellé torna in Italia: la fidanzata Viky Varga surriscalda il mondo del web [FOTO]

Il futuro di Graziano Pellé

Pellè
Photo by Chung Sung-Jun/Getty Images

Quella di Graziano Pellé di accettare la corte dello Shandong Luneng era stata una scelta di vita, valutata con grande attenzione dall’attaccante. Adesso il futuro è lontano dalla Cina. Per questo motivo sono stati già avviati dei contatti per il ritorno in Italia. Le qualità del calciatore non sono in discussione, è stato protagonista di buone esperienze nel campionato di Serie A, altalenante in Nazionale. Si tratta di un classe 1985, può disputare ancora due o tre stagioni a buon livello. Pellé potrebbe essere una soluzione per l’Inter come vice Lukaku, ma anche Bologna e Fiorentina avrebbero bisogno di un calciatore con le sue caratteristiche.

Il futuro di Eder

EDER
Eder (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Anche Eder è pronto a tornare in Italia, l’esperienza con lo Jiangsu Suning è sicuramente giunta al capolinea. L’ex Inter ha un piccolo vantaggio, è un classe 1986 quindi con una stagione in più in prospettiva. In Italia è stato un sicuro protagonista ed anche con la maglia della Nazionale, le richieste dunque non mancano. Nelle ultime ore ci sono state già alcune telefonate con club di Serie A, sempre Bologna e Fiorentina, ma la strada al momento più calda sempre quella di un ritorno alla Sampdoria.