**Coronavirus: Boccia a regioni, ‘stupore? conoscevate bene norme dl’**

Roma, 3 dic. (Adnkronos) – “Mi stupisce il vostro stupore. Le norme inserite nel decreto legge le conoscevate bene e sono state discusse in due riunioni nell’ultima settimana durate complessivamente 7 ore”. Lo ha detto, a quanto si apprende, il ministro Francesco Boccia, durante la conferenza Stato-Regioni facendo riferimento al documento delle regioni in cui si esprimeva ‘rammarico e stupore’ per quello che i governatori hanno considerato un mancato coinvolgimento delle regioni sulle misure per il Natale.
“Una norma riguarda la necessità di far durare il dpcm più di 30 giorni e sapevate tutti che partendo il 4 dicembre era necessario andare oltre l’epifania. Per far questo era necessaria una norma ordinaria perché la precedente consentiva dpcm al massimo di 30 giorni”.
“La seconda norma inserita nel decreto è a tutela di tutti. Riguarda la limitazione della circolazione su tutto il territorio nazionale e non solo nelle regioni appartenenti ad una fascia arancione o rossa ed è a tutela di tutti gli italiani e della stessa Costituzione. è corretto pertanto lo strumento del decreto legge. Risulta incomprensibile il vostro stupore per l’utilizzo del decreto anziché del dpcm su questioni abbondantemente conosciute”.