**Coronavirus: su misure scontro nel Pd, Marcucci isolato? lettera 25 è ‘risposta’**

Roma, 3 dic. (Adnkronos) – Una posizione personale? Il capogruppo Andrea Marcucci risponde alle ricostruzioni su una sua battaglia in solitaria dentro il Pd sulle misure del Dpcm, con una ‘prova di forza’. Una lettera firmata da 25 senatori sui 35 che compongono il gruppo a palazzo Madama. “Esclusi i tre membri del governo, hanno firmato tutti meno i senatori dell’area Franceschini…”, fanno notare fonti parlamentari. Non hanno firmato Mirabelli, Rossomando, Pinotti, Astorre, Boldrini, Zanda oltre ai tre al governo ‘superpartes’: Misiani, Malpezzi e Margiotta.
Insomma, quella di Marcucci viene letta come una risposta implicita a chi, appunto, aveva parlato di ‘posizione personale’ a proposito del duro scontro ieri in Senato nella riunione dei capigruppo con il ministro Roberto Speranza e Federico D’Incà.
Riunione che aveva visto proprio Marcucci sulle barricate per chiedere una linea meno dura nelle misure del Natale specie per il capitolo spostamenti. Così come ha chiesto fino all’ultimo, ancora ieri notte in Cdm, Italia Viva costretta poi a capitolare di fronte al muro di Pd, M5S e Leu per mettere nero su bianco nel dl Natale lo stop alla mobilità nei comuni nei superfestivi.