Food, Raimondo (Consorzio mozzarella Dop): ‘Formazione parola d’ordine’

Roma, 3 dic. (Adnkronos/Labitalia) – ‘Formazione è la parola d’ordine per rafforzare il ruolo da protagonisti della mozzarella di bufala campana Dop nel panorama dell’agroalimentare di eccellenza del Paese. In un mondo completamente cambiato dalla pandemia, noi vogliamo costruire una filiera preparata al mercato”. Lo afferma il presidente del Consorzio di Tutela della Mozzarella di bufala campana Dop, Domenico Raimondo, presentando la quarta edizione del corso per diventare casari, promosso dalla Scuola di formazione lattiero casearia del Consorzio stesso.
‘Qualche anno fa – ricorda ad Adnkronos/Labitalia – ci è stata riconosciuta finalmente questa figura all’interno dei caseifici e questo è appunto il quarto corso che facciamo. Quest’anno si svolge su piattaforma tecnologica: vista l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, abbiamo iniziato a provare anche questo nuovo tipo di metodologia di studio”.
‘Lo scorso anno abbiamo diplomato due donne, e la quota ‘rosa’ sale sempre di più: anche quest’anno, infatti, abbiamo altre donne iscritte. Poi, abbiamo iscritti dall’India, da Israele, da Oltreoceano, segno che sempre di più si allarga a macchia d’olio la voglia di imparare questa arte del saper fare la mozzarella di bufala campana”.