Guida virtuale per dimagrire senza ‘inciampare’ in fake news

Roma, 3 dic. (Adnkronos Salute) – ‘Per perdere peso basta mangiare poco e fare movimento’, ‘Se non dimagrisco è solo colpa mia’, ‘Non sono malato, devo solo impegnarmi di più’, ‘Qualche chiletto in più non fa male!’. Sono solo alcuni dei luoghi comuni che gravitano intorno a sovrappeso e obesità. Ma la buona l’informazione è la prima alleata per chi vuole dimagrire, e in Rete rischia di perdersi tra le fake news. Per questo nasce lo spazio virtuale ‘La verità sul peso’ () di Novo Nordisk, per fornire informazioni scientificamente corrette, complete e di facile comprensione.
‘La verità sul peso’ contiene news, articoli di approfondimento, suggerimenti e consigli, rispetto alle cause del sovrappeso e dell’obesità, ai possibili trattamenti e ai comportamenti da assumere, destinati a chi sta affrontando un percorso di dimagrimento perché in sovrappeso oppure obeso, a chi ancora non ci ha pensato e anche alle persone che vivono al fianco di una persona fortemente in sovrappeso o obesa. Lo spazio virtuale è articolato in 3 macro-sezioni. La prima è ‘Scienza’, che ospita notizie sugli ultimi progressi scientifici sull’obesità e le sue cause, per fare chiarezza su come il peso, l’appetito e l’assunzione di cibo siano regolati all’interno e all’esterno del corpo, oltre che per sfatare molti miti comuni sul peso. La seconda è ‘Persone’, sezione destinata a raccontare le storie di chi realmente sta affrontando o ha già affrontato sovrappeso e obesità, per imparare dalle loro esperienze come affrontare la vita di tutti i giorni. Infine ‘Supporto e strumenti’, con informazioni sulle possibilità di cura scientificamente dimostrate, suggerimenti su come affrontare il tema con il proprio medico e altri strumenti pratici come il calcolatore dell’Indice di massa corporea.
Tutti i contenuti del portale sono realizzati grazie a medici specializzati nel trattamento del sovrappeso e obesità. Fanno parte del board scientifico di ‘La verità sul peso’: Giovanna Muscogiuri, medico chirurgo specializzato in endocrinologia e malattie del metabolismo; Letizia Petroni, medico chirurgo specialista in medicina interna; Michele Sculati, medico specialista in scienza dell’alimentazione; Mikiko Watanabe, medico specialista in endocrinologia.
Alla base dell’insuccesso di chi ha provato a perdere peso senza risultati c’è spesso un approccio errato al problema, che vede il paziente cambiare continuamente strada, affidandosi di volta in volta a fonti non qualificate o a ‘sentito dire’. Secondo lo studio internazionale Action-Io, in Italia il 62% delle persone con obesità cerca di perdere peso con il fai da te, il 9% si affida a prodotti commerciali, il 6% utilizza strumenti digitali e solo l’8% si rivolge al medico e quando decide di farlo impiega mediamente 6 anni prima di contattarlo.
“Se è vero che un intervento sugli stili di vita è molto importante nel processo di trattamento del sovrappeso e dell’obesità – spiega Andrea Lenzi, docente di Endocrinologia all’Università Sapienza di Roma – è anche vero che può risultare insufficiente o del tutto inefficace. Questo perché sovrappeso e obesità sono complessi, soprattutto l’obesità è una malattia che dipende da diversi fattori, genetici, ormonali e psicologici, e comporta, per il trattamento, il coinvolgimento di molteplici figure sanitarie. E’ di fondamentale importanza sfidare la percezione errata che l’eccesso di peso sia sotto il controllo dell’individuo e che le persone affette possano gestirla autonomamente, senza l’aiuto del medico”.
“Serve la consapevolezza che non esiste un approccio valido per tutti, perché la terapia deve essere elaborata sulla base della condizione fisica, della storia e degli obiettivi di dimagrimento della persona. In molti casi un intervento sugli stili di vita è sufficiente, ma spesso è necessario optare per un supporto farmacologico o in rari casi, ricorrere alla chirurgia”, dice Lenzi.
“Sovrappeso e obesità necessitano di cure e attenzioni adeguate, per cui è fondamentale che le persone si affidino a professionisti. Per questo motivo Io-Net, l’Italian Obesity Network, la rete nazionale il cui obiettivo è quello di coordinare iniziative di comunicazione e aggiornamento scientifico nel settore della nutrizione e delle malattie correlate, a beneficio tanto dei medici quanto delle persone con problemi di sovrappeso e obesità, ha messo a disposizione de ‘La verità sul peso’ il proprio sistema di geolocalizzazione che permette di visualizzare i contatti dei centri specialistici più vicini, a cui le persone possano rivolgersi per intraprendere un vero percorso di trattamento”, conclude Giuseppe Fatati, presidente Io-Net.