Palermo: Guerini, ‘Città Esercito’ destinato a diventare punto riferimento territoriale (2)

(Adnkronos) – “Per la firma di questo Protocollo sono stati di fondamentale importanza il confronto, il dialogo e la sinergia inter-istituzionali che si è riusciti a stabilire insieme, in un rapporto di reciprocità che deve andare a beneficio del Sistema Paese e dei cittadini – ha detto ancora il ministri Guerini collegato in videoconferenza – In tal senso, consentitemi di esprimere in questa sede il mio apprezzamento per l’avvio delle opere di riqualificazione dell’ex ospedale militare di Palermo, all’interno della Caserma ‘Michele Ferrara” disposti dalla Regione qualche giorno fa, propedeutici alla creazione di un nuovo Polo direzionale per l’Arma dei Carabinieri”.
“Ritengo che sia una importante conferma dell’apprezzamento e della gratitudine della città e di tutti i siciliani per il lavoro che l’Arma svolge ogni giorno per garantire sicurezza e legalità, da ultimo nella brillante operazione antimafia condotta a Catania pochi giorni fa – ha detto -In questo quadro di condivisione da parte della Forze Armate delle esigenze della collettività, di proiezione verso la più stretta collaborazione e di disponibilità tra le componenti dello Stato, credo che l’accordo di oggi rappresenti un passo veramente importante, di cui ringrazio, ancora una volta, tutti i protagonisti”.
Un processo che vogliamo sostenere nel tempo, e che sta trovando sempre maggiore concretezza grazie alla preziosa attività che la Task Force Immobili sta conducendo in collaborazione con l’Agenzia del Demanio e Difesa Servizi.
“Tanti i risultati finora conseguiti. Auspichiamo che molti altri saranno quelli futuri – ha aggiunto il ministro Guerini -A questo scopo la Difesa favorirà intese sempre più ampie con altri Ministeri, Enti territoriali e pubblici competenti, stimolando ed incentivando iniziative e progetti di rigenerazione, riqualificazione e valorizzazione di siti militari, dismessi o ancora in uso. Rinnovo il mio saluto a tutti gli intervenuti certo di aver fatto oggi, come rappresentante del Dicastero e del Governo, qualcosa di concreto e di utile per i cittadini di Palermo e tutta la Sicilia”.