Psg-Basaksehir interrotta: il retroscena sul tentato suicidio di Colţescu è da birividi

Psg-Basaksehir è stata interrotta, emerge un retroscena sul tentato suicidio di Sebastian Colţescu, era caduto in depressione

La partita valida per la fase a gironi di Champions League tra Psg e Basaksehir è stata interrotta. Il motivo è veramente clamoroso e riguarda Sebastian Colţescu: nel primo tempo si sono verificati momenti di tensione nei pressi della panchina, gli ospiti hanno protestato tantissimo e successivamente deciso di lasciare il campo. Il quarto uomo avrebbe pronunciato delle frasi razziste, avrebbe infatti chiamato ‘negru’ Pierre Webo, vice-allenatore della squadra turca. Potrebbe essere stata un’incomprensione perché in romeno giocatore nero si dice ‘jocatorul negru’.

Il retroscena sul suicidio

E’ stato svelato un retroscena clamoroso: Sebastian Colţescu era stato protagonista di un altro episodio da brividi nel 2008. L’arbitro aveva tentato il suicidio provando a gettarsi nel vuoto in seguito a gravi errori commessi durante la partita Gaz Metan Mediaş e FC Braşov. Colţescu era caduto in depressione.

Psg-Basaksehir interrotta: clamorosa incomprensione in Champions League