Il ritorno di Massimiliano Allegri: “mi aspetto di lavorare in Italia o Inghilterra”

Il tecnico Allegri parla di un futuro in Premier League. L'allenatore sembra pronto a tornare in corsa dopo l'esperienza alla Juve

Massimiliano Allegri è fermo dal 2019 e adesso a tenere banco è il futuro. Il tecnico è reduce dall’esperienza sulla panchina della Juventus, è riuscito a togliersi tante soddisfazioni conquistando una serie infinita di scudetti. E’ mancata la ciliegina sulla torta, la vittoria della Champions League. Poi le strade si sono separate, molto probabilmente i bianconeri stanno rimpiangendo l’addio con il tecnico livornese. L’esperienza con Sarri non è stata entusiasmante, non tanto per demeriti dell’ex Napoli, ma per un rapporto che non è mai decollato. Adesso c’è Pirlo, un allenatore con buone prospettive ma che ancora deve dimostrare tantissimo.

Il futuro di Allegri

Allegri
Photo by Paolo Bruno/Getty Images

Dovrebbe essere l’ultima stagione da ‘disoccupato’ per Massimiliano Allegri, ma potrebbe subentrare a stagione in corso in caso di esonero eccellente. Continuano a circolare voci su interessi dalla Premier League, il tecnico è stuzzicato dall’idea come confermato in un’intervista al ‘The Times’: “In Italia sono stato al Milan per quattro anni e alla Juventus per cinque. Ora mi aspetto di lavorare ancora in Italia, ma è difficile, o in Inghilterra. Il calcio inglese sta migliorando perché ci sono molti allenatori stranieri. L’Inghilterra ora è più sofisticata e più tattica, ma continua a rispettare la tradizione del suo calcio”.

Il commento su Cristiano Ronaldo

Elogi nei confronti di Cristiano Ronaldo. “Ho avuto molti giocatori forti, con una mentalità forte. Difensori come Chiellini e Nesta, centrocampisti come Gattuso e Seedorf, attaccanti come Ibrahimovic e Ronaldo. Ma per mentalità CR7 è il migliore, ha una testa diversa da tutti gli altri”.