Gli squalificati in Serie A, le decisioni del giudice sportivo: stangata all’Atalanta, out 3 calciatori

Gli squalificati nel campionato di Serie A, è arrivato un duro provvedimento del giudice sportivo dopo l'ultima giornata del massimo torneo italiano

Sono stati comunicati gli squalificati del campionato di Serie A dopo l’ultima giornata del massimo torneo italiano. Sono arrivate tante indicazioni interessanti per le zone alte e basse della classifica. Grandissima prestazione l’Atalanta che ha vinto nettamente contro la Roma, 4-1 il risultato finale, vincono tutte le grandi: ok Juventus, Inter e Milan. Prova di forza della Lazio che ha conquistato tre punti nel match casalingo contro il Napoli. Sconfitta per il Genoa contro il Benevento che costa l’esonero di Maran. Bene la Sampdoria contro il Crotone, pareggi in Fiorentina-Verona e Cagliari-Udinese. Duro provvedimento nei confronti dell’Atalanta, 8000 euro di multa ad un collaboratore.

Il chiaro messaggio di Gravina sul ritorno dei tifosi allo stadio: “spero da gennaio”

Gli squalificati in Serie A, tutte le decisioni

Sampdoria Milan
(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il Giudice Sportivo dott. Gerardo Mastrandrea, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 21 dicembre 2020, ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:

a) SOCIETA’

Ammenda di € 8.000,00: alla Soc. ATALANTA in relazione al comportamento di un collaboratore, non tesserato, che veniva espulso per aver proferito espressioni irriguardose nei confronti degli Ufficiali di gara.

b) CALCIATORI

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

EVANGELISTA Lyanco (Torino): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

KESSIE Franck Yannick (Milan): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

MARRONE Luca (Crotone): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione)

Caso Suarez, il contenuto dell’esame farsa: l’intercettazione è clamorosa