Perché il Torino non ha ancora esonerato Giampaolo? Il motivo è presto spiegato

Il tecnico Giampaolo non è stato ancora esonerato dal Torino nonostante il rendimento deludente, il motivo è anche economico

Il tecnico del Torino Giampaolo è ancora a rischio, la panchina traballa e i granata si preparano per la partita del campionato di Serie A contro la Roma, un avversario sicuramente difficile da affrontare. Il rendimento della squadra del presidente Cairo è stato fino al momento un disastro, appena sei punti conquisti in 11 partite, frutto di 1 vittoria, 3 pareggi e addirittura 7 sconfitte, il percorso è da retrocessione diretta. La squadra non è sicuramente da ultimi posti, può contare su calciatori in grado di fare la differenza in qualsiasi squadra, soprattutto Belotti e Sirigu.

Ecco perché il Torino non ha esonerato Giampaolo

Torino Udinese
(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il presidente del Torino Urbano Cairo non è ovviamente soddisfatto del rendimento della squadra ed avrebbe anche pensato ad un ribaltone in panchina. Ma perché il Torino non ha ancora esonerato Giampaolo? Il motivo è presto spiegato. L’esonero avrebbe un costo molto elevato: circa 6 milioni solo per il biennale dell’allenatore, più 4 milioni dello staff tecnico. Ma ovviamente il numero uno granata valuterà il rendimento delle prossime partite, con al vaglio già alcune soluzioni low-cost: Nicola e Ballardini su tutti, più onerosa l’eventuale soluzione D’Aversa.