Usa: Trump ha raccolto almeno 150 milioni di dollari con denunce brogli

Washington, 1 dic. (Adnkronos/Dpa) – Da quando ha iniziato a denunciare quello che afferma essere il furto delle elezioni Usa, Donald Trump ha raccolto almeno 150 milioni di dollari per le azioni legali della sua campagna. E’ quanto riporta oggi il Washington Post. Di fatto il presidente non ha quindi interrotto la sua campagna elettorale ed a novembre, secondo fonti interpellate dal New York Times, in tutto ha fatto entrare nelle sue casse 170 milioni di dollari.
Il grosso delle donazioni sono andate a Save America, un nuovo comitato per le future attività politiche di Trump. Una piccola parte di queste donazioni vanno al comitato nazionale repubblicano. Il flusso delle donazioni è assicurato da un bombardamento di mail ai sostenitori di Trump piene di accuse, presentate senza fornire prove, di frodi elettorali e di una manovra della sinistra tesa a sopprimere i voti conservatori. Con l’assicurazione che i fondi versati saranno utilizzati per “difendere” le elezioni.
Ma sicuramente serviranno anche ad appianare i bilanci della campagna di Trump che nello sprint finale prima del voto del 3 novembre si era trovata a corto di risorse.