Yemen: ministro Esteri, ‘continuare pressione su Iran per risolvere conflitto’

Roma, 2 dic. (Adnkronos) – Continuare la campagna di “massima pressione” sull’Iran, promossa dall’Amministrazione Trump, è tra i modi per risolvere il conflitto e “raggiungere la pace” in Yemen. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri del governo yemenita riconosciuto dalla comunità internazionale, Mohammad al-Hadhrami, nel suo intervento al Forum Med.
“Impedire all’Iran di interferire in Yemen aiuterebbe il processo”, ha sostenuto al-Hadhrami, sottolineando che “l’Iran deve fermare il suo sostegno agli Houthi, non deve interferire nei nostri affari interni e invece rispettare la legge internazionale”.
Il ministro degli Esteri, auspicando un Medio Oriente “libero da armi nucleari e dalle interferenze iraniane”, ha sottolineato come la crisi yemenita sia “vitale per la sicurezza della regione” e ha evidenziato come il conflitto, “che dura da troppo tempo”, abbia cause locali, ma poi sia stato “esacerbato dalle rivalità tra gli Stati” della regione. Per al-Hadhrami, infine, “la soluzione politica è tutt’altro che vicina” e ha evidenziato la necessità di “non considerare il conflitto yemenita solo come una crisi umanitaria”.