Disastro Juventus, è la peggiore squadra degli ultimi 10 anni: Pirlo responsabile, adesso i tifosi rimpiangono Sarri

E' un momento veramente negativo in casa Juventus, sicuramente il peggiore degli ultimi anni. Tutti gli errori di Pirlo e della dirigenza

La Juventus è un disastro, almeno dal punto di vista dei numeri. Ma anche le prestazioni sono deludenti, i bianconeri non sono praticamente scesi in campo nella sfida contro l’Inter nello scontro per lo scudetto: Pirlo si è infuriato con la squadra per l’atteggiamento ma l’ex centrocampista è sicuramente un responsabile di questa situazione così difficile. I bianconeri possono contare su una squadra sicuramente forte, probabilmente quella più attrezzata del campionato ed il quinto posto in classifica (deve recuperare una partita come il Napoli) rappresenta un fallimento. I punti di distacco dall’Inter sono sette, il Milan addirittura può riportarsi a + 10 e sarebbe un distacco veramente difficile dal recuperare.

I numeri condannano Pirlo, la Juventus e la dirigenza

Juventus Atalanta
(Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Sono i numeri a condannare la Juventus. Ma sono stati commessi anche altri errori. In primo luogo dalla dirigenza, Agnelli ha preso delle decisioni affrettate soprattutto con la ‘promozione’ in prima squadra di Andrea Pirlo. Le qualità dell’ex centrocampista non sono in discussione, ma la pressione ha giocato un brutto scherzo. Gli errori dell’allenatore sono sotto gli occhi di tutti, principalmente dal punto di vista tattico. Incertezza anche sulle mosse di calciomercato, la Juventus presenta alcune lacune in ruoli chiave come a centrocampo e i tanti infortuni hanno condizionato anche il rendimento in difesa.

I NUMERI – La Juventus è a -7 dall’Inter, un anno fa dopo 17 partite i bianconeri erano a pari punti in classifica coi nerazzurri. L’unica sconfitta era arrivata contro la Lazio e poi i pareggi contro Fiorentina, Lecce e Sassuolo. Oggi la Juventus ha addirittura 9 punti in meno, sono arrivate due sconfitte, tre pareggi contro squadre nettamente inferiori (Crotone, Verona e Benevento) più quelli con Roma, Lazio e Atalanta. C’è preoccupazione in casa Juventus, forse come non mai…