La morte di Maradona, svolta nelle indagini: il medico Leopoldo Luque nei guai

Nuovi aggiornamenti sulla morte di Diego Armando Maradona, altri retroscena sul ruolo del medico personale Leopoldo Luque

Arriva una nuova svolta nelle indagini riguardanti la morte di Diego Armando Maradona. Il mondo del calcio continua a piangere il calciatore più forte di tutti i tempi, si è subito provato a fare luce sul decesso del Pibe de Oro. L’autopsia ha fatto emergere qualche anomalia, ma le novità più importanti riguardano gli ultimi giorni di vita di Maradona. E’ finito nei guai il medico personale dell’ex calciatore, Leopoldo Luque risulta nel registro degli indagati e rischia veramente grosso. Le ultime indiscrezioni rilasciate dai media argentini sono veramente sorprendenti.

La morte di Maradona, il medico Luque nei guai

Leopoldo Luque
(Photo by Marcos Brindicci/Getty Images)

Secondo quanto emerso i magistrati hanno chiesto una perizia calligrafica su alcuni documenti sequestrati presso l’abitazione e lo studio professionale del medico di Maradona, sono stati individuati documenti con firme considerate sospette, avrebbe provato a falsificare la firma dell’ex Pibe de Oro. Gli inquirenti hanno rinvenuto un foglio presso lo studio di Luque ricoperto di firme di Maradona. Secondo i magistrati avrebbe falsificato la firma per entrare in possesso della cartella clinica di Diego. Un’accusa che se confermata potrebbe portare addirittura al carcere.

Nuove rivelazioni dopo la morte di Maradona: “spendeva 60mila dollari al mese”