La rivelazione dell’ex Lazio Morrison: i furti nello spogliatoio per far mangiare la famiglia

L'ex Lazio Ravel Morrison ha svelato i retroscena della sua carriera. Il siparietto con Rio Ferdinando è stato esilarante

Ravel Morrison era considerato uno dei migliori calciatori in prospettiva, ma non è mai riuscito a dimostrare tutto il suo talento. Adesso è finito alla ribalta per una rivelazione che ha portato grande motivo di discussione. Attualmente è svincolato e nel corso della carriera ha indossato tantissime maglie, senza lasciare il segno. La prima esperienza è stata dalle giovanili del Manchester United, poi West Ham, Birmingham City, QPR e Cardiff City. Poche presenze con la Lazio in Serie A, poi Atlas, Östersund, Sheffield Utd, Middlesbrough e ADO Den Haag. E’ stato preso in considerazione anche dalle Nazionali inglesi, dall’Under 16 all’Under 21. E’ naturalizzato giamaicano.

Il retroscena di Ravel Morrison

Ravel Morrison
Foto di Ulises Ruiz Basurto / Ansa

Il calciatore ha svelato alcuni interessanti retroscena, attraverso un live social in compagnia di Rio Ferdinand: “ti ricordi quando mi hanno cacciato dallo spogliatoio per aver rubato i tuoi scarpini? Ovviamente il mio stipendio era quello di un calciatore delle giovanili, ero ancora un ragazzino. Rivendendo un paio di scarpini riuscivo a fare 250 sterline, se ne prendevo due ne avrei fatti 500. Così potevo portare la mia famiglia al ristorante cinese o a qualcosa di simile. Voi avevate 30 paia di scarpini. Io non volevo fare del male a nessuno, ma quando ho visto che a te o a Rooney ne consegnavano venti o trenta paia alla volta, ho pensato che prenderne uno per mettere un po’ di cibo sul tavolo a casa mia non sarebbe stato un problema”.